• Alessia Prestanti

📚 Dieci piccoli indiani

di Agatha Christie

Photo Alessia Prestanti ®2017

Edito da: Oscar Mondadori

⭐️⭐️⭐️⭐️ 4 Stelle


Questo libro venne pubblicato per la prima volta nel 1939, ma non passa mai di moda. Un vero, elettrizzante, emozionante giallo. Dieci piccoli indiani parla di dieci persone che non si conoscono – invitate da qualcuno e senza una ragione apparente – riunite in una casa sperduta su un’isola deserta. Tutto inizia con una cena. E inaspettatamente… muore qualcuno. Qualsiasi persona sull’isola è una papabile vittima. Inoltre, un’ inquietante filastrocca sembra iniziare a scandire il ritmo degli omicidi. Chi non impazzirebbe? Da leggere tutto d’un fiato, lasciandosi trasportare dai dubbi, dai colpi di scena, e dalle supposizioni che cambiano ogni volta.

Citazione:

“Uno di noi… uno di noi… uno di noi…”. Tre parole ripetute all’infinito, scandite nel cervello per ore e ore. Cinque persone terrorizzate. Cinque persone che si sorvegliavano a vicenda, che ora non si preoccupavano più di nascondere la loro tensione. Nessuno si sforzava di fingere, di sostenere una conversazione formale. Erano cinque nemici legati l’uno all’altro da un mutuo istinto di conservazione. E tutti e cinque, improvvisamente, persero un po’ la parvenza di esseri umani. Stavano regredendo, senza accorgersene, allo stato animale.”

Curiosità:

Sapevate che questo libro venne pubblicato per la prima volta in Inghilterra col titolo “Ten Little Niggers” (Dieci piccoli negretti, facendo riferimento alla filastrocca)? Quando venne pubblicato negli Stati Uniti, il titolo fu cambiato in “And Then There Were None”, dato che nigger è un termine dispregiativo. Quando venne pubblicato in Italia, nel 1946, fu intitolato “E poi non rimase nessuno”, ma nel 1977 venne cambiato in “Dieci piccoli indiani”. Ancora oggi in America invece il titolo è rimasto “And Then There Were None”.


© Review a cura di Alessia Prestanti

0 visualizzazioni
  • Instagram - Bianco Circle
  • Bianco Pinterest Icon
  • Bianco LinkedIn Icon