• Alessia Prestanti

📚La vita quotidiana a Firenze ai tempi dei Medici

MESTIERI, AMORI, VIZI NELLA CITTA’ SPLENDENTE


di Jean Lucas-Dubreton



Photo Alessia Prestanti ®2021

Edito da: Bur - Rizzoli

⭐️⭐️⭐️ 3 Stelle


Questo è uno dei libri che ho acquistato allo scopo di approfondire la mia conoscenza circa la vita quotidiana, le piccole cose di tutti i giorni, nella Firenze rinascimentale, così da potermi essere utile nella stesura del mio romanzo storico (al quale sto lavorando da tempo, come ormai sa bene chi mi conosce o mi segue da un po’).


L’autore percorre la storia di Firenze a grandi linee dalla sua nascita, la presa di potere dei Medici, fino alla fine del predominio mediceo.

Vi si trovano citazioni di diaristi dell’epoca, testimonianze di usi e costumi di Firenze all’epoca di Lorenzo il Magnifico, di Cosimo I e altre grandi figure di spicco. Saremo trasportati nel tempo e assisteremo a feste in gran pompa, eleganti sfilate, tutto raccontato con minuzia di particolari, come la balena di Livorno che venne trasportata ed esposta in quella stessa Piazza della Signoria in cui ancora oggi possiamo passeggiare, spesso ignari di questo piccolo particolare della sua storia.


In questo libro troverete molti dettagli ai più sconosciuti, come le pietanze e le portate di un banchetto di nozze e molto altro. Ho trovato però una narrazione poco scorrevole, a tratti più una raccolta di informazioni che seguono un ordine cronologico, senza troppo trasporto. Probabilmente non era questo l’intento dell’autore, tuttavia mi sarei aspettata un tipo di narrazione più coinvolgente.

Ho trovato anche poco “elegante” la parte politica che prende l’autore nei riguardi della famiglia Medici, descrivendoli senza troppi veli come astuti tiranni, a favore della Repubblica fiorentina.



Citazioni:


“Equilibrare abilmente la lealtà e la furberia, mantenere l’apparenza dell’uomo dabbene, e una volta consolidata la propria reputazione di rettitudine, agire come si vuole e mentire convenientemente, questo il buon metodo elaborato da Machiavelli: e se non è troppo soddisfacente dal punto di vista morale, di chi è la colpa? Dei principi, che a forza di ingannare gli ambasciatori hanno costretto questi ultimi a usare l’arma della menzogna.”
“Un mercante consigli al figlio: è opportuno farsi piccini, per quanto concerne la famiglia, la propria persona, l’andamento della casa, e lasciar conoscere soltanto la metà di quanto si possiede; per questo, non bisogna farsi portare a casa il raccolto della propria campagna, perché i vicini direbbero che ce n’è per sei famiglie; bisogna mandarlo direttamente al mercato. Non bisogna fidarsi di nessuno; non si deve temere di mentire, pur di non danneggiare qualcuno, ma si deve mentire quel tanto che basta per poter essere reputati sinceri.”
“E dice anche che nei giardini cresce un’erba che bisogna lasciar seccare, mentre la maggior parte della gente l’annaffia: quest’erba cattiva è l’invidia.”


© FlashReview a cura di Alessia Prestanti

Post recenti

Mostra tutti
  • Instagram - Bianco Circle
  • Bianco Pinterest Icon
  • Bianco LinkedIn Icon