• Alessia Prestanti

📚Una Cenerentola a Manhattan

di Felicia Kingsley


Photo Alessia Prestanti ®2019

Edito da: Newton Compton

⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ 5 Stelle


Seguendo sempre gli ottimi consigli di lettura di Giulia di @Mhannodettodifareunblog, ho da poco terminato “Una Cenerentola a Manhattan”. Conoscendo la mia passione per la Kinsella, mi aveva già parlato da tempo di questa autrice ma, tra una Wish List e l’altra e qualche libro entrato in contropiede, non avevo ancora mai letto nulla di suo. Questo è stato il primo e, per ora, unico libro di questo 2019 (con la piccola Aurora non è così facile avere tempo ed energie per leggere 😅).

Ma passiamo al romanzo: sembrerebbe un titolo scontato, visto il riferimento alla classica trama della fiaba di Cenerentola. Ma vi assicuro che questa esilarante rivisitazione non ha niente di scontato! Mi è piaciuta davvero tantissimo, riuscendo ad appassionarmi, divertirmi e sorprendermi in molti momenti. E devo dire che anche la copertina mi ha catturato fin da subito, con quello sfondo bianco e il bellissimo abito azzurro. Semplice, ma d’effetto. Infatti prima ho acquistato l'ebook e poi il cartaceo! 😅😍

Con questa storia Felicia Kingsley mi ha trasportato di nuovo a New York (città alla quale sono molto legata visto che è stata una delle tappe del mio viaggio di nozze, tre anni fa ❤️) aggiungendo un pizzico di fashion alla “Gossip Girl” che – diciamocelo – rende tutto più chic. 😉

Il galà in maschera a Central Park, con il sottofondo di Stand by me 🎼, rimarrà per sempre nel mio cuore di inguaribile romantica. È proprio qui che Riley, la moderna Cenerentola e protagonista del romanzo, incontra Jesse… non il suo principe, ma bensì il suo pirata! La vita di Riley però non è affatto semplice: rischia spesso di rimanere sul lastrico per via delle angherie della matrigna Mathilda. Dovrà farsi forza e lottare da sola per sé stessa ed il suo futuro.

Un romance con i fiocchi, scritto bene, con uno stile deciso e scorrevole, che non annoia mai e che saprà catturare la vostra attenzione. Vi farà battere il cuore, ma anche sorridere.

Non voglio dirvi troppo perché merita davvero di essere letto d’un fiato, senza troppe anticipazioni. Vi dico solo che ho adorato gli spudorati e ironici articoli di Ray Mullighan sulle donne. Ho riso davvero tanto 🤣🤣🤣

Vi lascio con qualche citazione. E ovviamente … buona lettura. 😍😘



Citazioni:

“Il fenomeno è dilagante, gente. Oggi la relazione che funziona non è quella di due persone che comunicano tra di loro e vivono il loro rapporto ogni giorno, ma quella della coppia che ha le foto più belle e sbaciucchiose sul profilo. Non importa se si sono offesi fino a cinque minuti prima, loro vincono.”
“Mai ammettere di essere colpevoli. Anni di CSI le avevano insegnato questa regola aurea. E a rispondere a una domanda con un'altra domanda.
“Sapeva che l’universo femminile aveva un sacco di potenzialità eppure, per quanta bravura, talento, e ambizione avessero, finivano per seppellire tutte le loro qualità sotto una serie di comportamenti al limite dell’inspiegabile. Per ogni donna che si fa in quattro per dimostrare di non essere il sesso debole, ce n’erano dieci che non facevano che confermarlo, abbassando così la media.”
“Si godeva quel bacio languido, caldo, dato per essere goduto, non per arrivare ad altro. Non era un preliminare, quello era fare l’amore, ma in un altro modo.”
«Va bene così. Mi accontento.» «E fai male!» ribatté lui schioccandole le dita davanti agli occhi. «Chi si accontenta muore.» «Era “gode”. Chi si accontenta gode.» «No, cocca, fidati. Muore. Chi si accontenta raccoglie ciò che la vita gli dà. Chi non si accontenta, se ne fotte di quello che la vita dà, va a prendersi quello che vuole.»
«Ciao principessa.» «Ciao pirata.» «Io non lo so se sai che ti amo, ma voglio che ti sia chiara una cosa: non amo una fantasia, un sogno, una Cenerentola senza nome e senza volto. Io mi sono innamorato di te, Riley Moore e da un pezzo anche. E ti ho desiderata non sai quanto.»
“In quello schifo di mondo, dove si paga cara ogni gioia, dove nessuno fa mai niente per niente, dove il ricatto è una regola di vita e il cinismo la panacea di tutti i mali, lei lo amava e non avrebbe potuto amare nessun altro.”
“Per sognare, abbiamo ancora le favole, per tutto il resto… c’è Google.”

© FlashReview a cura di Alessia Prestanti

24 visualizzazioni
  • Instagram - Bianco Circle
  • Bianco Pinterest Icon
  • Bianco LinkedIn Icon