• Alessia Prestanti

📚Una stanza tutta per sé

Aggiornato il: 2 lug 2018

di Virginia Woolf

Photo Alessia Prestanti ®2018

Edito da: Rizzoli

⭐️⭐️⭐️ 3 Stelle


Buon lunedì, readers! State facendo il ponte del 1maggio? Oggi vi parlo di un libro che ho letto tra febbraio e marzo, ma con la gravidanza e la stesura del mio ultimo romanzo… le recensioni sono un po’ slittate. Mi capirete.

Beh, iniziamo subito!

Non mi odiate, io adoro la Woolf, ma ho trovato questo libro piuttosto ripetitivo, focalizzato in pratica sempre su questo: una donna per scrivere ha bisogno di due cose, abbastanza denaro e una stanza tutta per sé. La Woolf mette poi in luce anche il ruolo marginale che la donna ha avuto nella società, per via delle restrizioni imposte dalle leggi nel corso dei secoli. E qui si sofferma sulla figura maschile: osserva come la cultura in passato appartenesse solo agli uomini e la donna fosse vista e raccontata solo attraverso i loro occhi; ma non esita nemmeno ad incolpare quelle donne che, come fossero specchi, non hanno fatto altro che rimandare indietro un’immagine raddoppiata dell’uomo, mentre lui continuava ad elevare il proprio ego, affermando però in questo modo il suo bisogno di rassicurazione e superiorità (cita proprio Napoleone e Mussolini). Rimane comunque un bel testo degli anni venti del ‘900, scritto dopo delle conferenze che Virginia Woolf aveva tenuto sul tema “donne e romanzo”.


Citazioni:

“La narrativa deve attenersi ai fatti, e la narrativa più riuscita è quella in cui questi fatti danno l’illusione di essere reali.” “Ma siccome la natura umana è quello che è, e cuore, corpo e cervello sono mescolati tra di loro e non divise in compartimenti stagni come avverrà senza dubbio tra un milione di anni, una buona cena è di grande importanza se si vuole che la conversazione spicchi il volo. Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si è cenato bene.” “Perché il romanzo, cioè l’opera di immaginazione, non è un sassolino lasciato cadere a terra, come può esserlo la scienza; il romanzo è la tela di un ragno, attaccata in modo forse delicatissimo, ma comunque attaccata, alla vita per tutti e quattro gli angoli.” “Finché scrivete ciò che desiderate scrivere, questa è l’unica cosa che conta; e se conterà per secoli o soltanto per ore, nessuno può dirlo.”

© FlashReview a cura di Alessia Prestanti

2 visualizzazioni
  • Instagram - Bianco Circle
  • Bianco Pinterest Icon
  • Bianco LinkedIn Icon